Vai al contenuto

Fasce_orarie_F1F2F3

Le fasce orarie F1, F2 e F3 per l'energia elettrica

Quando nella bolletta dell’energia elettrica trovi i consumi riferiti alle fasce F1 F2 e F3 può succedere che ti ponga delle domande.

L’energia elettrica che viene impiegata in casa o  in ufficio ha un prezzo che è differenze in rapporto alle fascia oraria in cui avviene il consumo.  Il prezzo è maggiore durante le ore di giorno, quando la richiesta di corrente è più elevata. Il costo è inferiore ivence la sera, nelle ore notturne e nei giorni festivi.

I contatori dell’energia elettrica registrano i consumi  associandoli a tre fasce orarie che sono denominate F1, per le ore di maggior richiesta, F2, per le ore intermedie e F3, per le ore di minore richiesta.

 

La fascia F1, ovvero la fascia di punta e maggior richiesta,  si applica con questi orari:

lunedì dalle 8.00 alle 19.00;
martedì dalle 8.00 alle 19.00;
mercoledì dalle 8.00 alle 19.00;
giovedì dalle 8.00 alle 19.00;
venerdì dalle 8.00 alle 19.00.

La fascia F2, ovverola fascia intermedia, si applica con questi orari:

lunedì dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00;
martedì dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00;
mercoledì dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00;
giovedì dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00;
venerdì dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00;
sabato dalle 7.00 alle 23.00.

La fascia F3, di fuori punta e minor richiesta, si applica con questi orari:

lunedì dalle 23.00 alle 7.00;
martedì dalle 23.00 alle 7.00;
mercoledì dalle 23.00 alle 7.00;
giovedì dalle 23.00 alle 7.00;
venerdì dalle 23.00 alle 7.00;
sabato dalle 23.00 alle 7.00;
domenica dalle 00.00 alle 24.00;
festivi dalle 00.00 alle 24.00.

 

La fascia oraria F3 comprende  le festività del 1 gennaio, del 6 gennaio, del lunedì di Pasqua, del 25 aprile, del 1 maggio, del 2 giugno, del 15 agosto, del 1 novembre, dell’8 dicembre, del 25 dicembre e del 26 dicembre.